Antica fiera della ciliegia

Artigianato e commercio della tradizione langarola

Un importante appuntamento con una rassegna della tradizione: una vetrina sull'artigianato e sul commercio locali.

Appuntamento di tradizione centenaria, l'Antica fiera della ciliegia ogni anno, a fine maggio, anima le vie di Dogliani Borgo e Castello.

Le origini

Nonostante le sue origini si perdano nei secoli scorsi, l'archivio del Comune di Dogliani conserva una ricca documentazione risalente al 1897 che attesta l'importanza della fiera per il paese. Nel giugno di quell'anno, infatti, le cronache del consiglio comunale riportavano la dibattuta questione sul possibile spostamento di alcune fiere cittadine in date ritenute più opportune. Tra queste, si citava anche la Fiera della ciliegia.

Dal 2011 la Fiera ha ottenuto dalla Regione Piemonte la qualifica di Fiera Regionale.

Un appuntamento che conferma la storica vocazione artigiana della Langa doglianese

Apprezzata per il grande numero di espositori e la qualità delle merci, l'Antica fiera della ciliegia di Dogliani rappresenta un'ottima occasione primaverile per spingersi anche alla visita del borgo Castello, tra i manufatti preziosi degli artigiani locali. Con un po' di attenzione si può cogliere l'antica tradizione nel lavorare il cotto, spesso utilizzato nelle ardite costruzioni dell'architetto G.B. Schellino, l'abilità e l'amore per il lavoro ben fatto, nati in un passato remoto, ma conservati nel tempo tra le dolci colline di Langa.

Dogliani Castello, la parte alta del paese, ospita i "Manufatti d'autore", offrendo uno spazio espositivo privilegiato all'artigianato locale, mentre le vie di Dogliani Borgo, centro storico nella parte bassa, sono animate per tutta la giornata dalle bancarelle della tradizionale Rassegna commerciale.

"Manufatti d'autore" propone al visitatore il meglio della produzione artigianale delle Langhe, accogliendo nelle strette vie medioevali del borgo di Castello falegnami, mobilieri, restauratori, vasai, scultori, fabbri, ceramisti, artisti nella lavorazione della creta, delle pietre e dei marmi, sarti, corniciai, produttori di laterizi a mano, vetrai, pittori, incisori, stampatori, liutai e fotografi, venditori di caminetti e stufe in ceramica, di radio o cartoline d'epoca, di costumi d'epoca e da sposa, produttori di candele, saponi ed incensi, produttori di cestini, tessuti su telaio, calzature fatte a mano, oltre che produttori di biscotteria e dolci tipici, di confetture biologiche, di miele, di burro, formaggi e salumi locali.

Non solo Piazza Belvedere, Via Ritiro, Piazza San Lorenzo e Vittorio Grasso, ma tutti i vicoletti ed i cortili di Castello, sono dedicati all'artigianato. L'antica struttura a ricetto medioevale ben si presta infatti ad ospitare le opere ed i manufatti degli artigiani ed artisti locali che mantegono vive antiche tradizioni territoriali, quali la lavorazione del cotto, del ferro e del legno.

Dogliani vanta una longeva tradizione artigianale e borgo Castello offre una splendida cornice per la realizzazione di questa rassegna che ogni anno, in primavera, si propone come un vero e proprio laboratorio a cielo aperto.

In Piazza Belvedere a Castello e negli angoli panoramici del percorso pedonale che collega Castello a Borgo sono allestiti angoli di degustazione, dove vengono offerti ciliegie, marmellate, bevande a base di succo di ciliegia e dolci. Anche in Piazza Cesare Battisti di Borgo sono organizzati punti degustazione con piatti tipici a tema nelL'angolo degli antichi sapori - a tavola con le ciliegie, un'area di degustazione, curata da alcuni produttori alimentari di Dogliani, dove le antiche ricette a base di ciliegia possono soddisfare anche i palati più raffinati.

Per il collegamento tra Dogliani Borgo e Dogliani Castello è normalmente disponibile un servizio bus navetta gratuito.